#zavoli

Abbiamo perso un esempio in questi giorni, uno di quei modelli che tanto mancano al giornalismo e alla comunicazione. 

Sergio Zavoli era un giornalista, uno vero, che faceva domande per sapere le cose e per farle capire, che andava in fondo alle storie senza fermarsi alla sensazione, al titolo, alla pancia. In tempi di barbare d’urso e sensazionalismo spicciolo sembra impossibile che la sua voce pacata, il lessico impeccabile e l’ingegno fine ci abbiano accompagnato per un largo tratto di storia della Repubblica.
Le sue inchieste, le sue interviste rimarranno per sempre un esempio vivido di una professione che forse non esiste nemmeno più.

Che la terra ti sia lieve maestro.

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...